giovedì 4 ottobre 2012

Una giornata no...

Oggi è proprio una brutta giornata non a livello di clima ma a livello fisico...
In questo periodo mi sento proprio a terra, ho preso più volte il virus intestinale che sta girando ed oggi si è ripresentato...unito poi alle mie intolleranze alimentari e ad altri problemini crea un mix esplosivo che mi disfa.
Questa notte ho dormito poco e questa mattina poi mi sono alzata anche con male alle ossa, alla testa ed un pò di febbre, se non bastasse sembra essersi risvegliata la periartrite alla spalla destra...destra oltrettutto, cos fatico anche a fare i miei lavoretti che mi rilassano...
Non vi dico il problema più grosso altrimenti starei qui ad annoiarvi per ore, anche se forse a descriverlo basterebbero due parole.
Ma vi capita mai di non aver un motivo preciso e di aver voglia di piangere???...a me si, non spesso ma succede e quando non ho un motivo preciso allora mi si accavallano un sacco di pensieri per cui essere triste.
L'altro ieri poi è stato il primo anniversario della morte di mio papà e manca...cavolo se manca...la sua presenza per me era importantissima. 
Va beh oggi proprio non gira però voglio farvi vedere cos'ho trovato questa mattina nel mio giardino...


Non è meravigliosa una rosa in ottobre?!?...scusate la pessima foto fatta con il cellulare e scusate le mie chiacchere poco allegre di oggi...ma del resto succede e per la prima volta ho usato anche io il blog come valvola di sfogo.

(Sono tornata in possesso del mio pc dopo giorni e giorni, cercherò di mettermi alla pari e di venire a vedere tutti i vostri lavori che mi sono persa.)

Serena giornata a tutte voi.
 Debora

39 commenti:

  1. Dai, su! Vedrai che anche questo brutto giorno passerà e ritornerai in forma per realizzare e gustare i tuoi bellissimi lavori!
    Un "in bocca al lupo"
    Savina

    RispondiElimina
  2. Mi spiace per questo periodo negativo, spero passi presto! Di certo questo tempo instabile non aiuta nè lo stomaco nè le ossa.
    Forza!
    Franca

    RispondiElimina
  3. ciao Debora, mi dispiace del tuo stato d'animo, io non sono costantemente presente da te, ma ti volevo dire (mal comune mezzo gaudio?) due sabati fa ho passato la giornata in lacrime... succede, gli ormoni, i pensieri ...

    (ps senti, non so se ti può far piacere ma tempo fa ti avevo dedicato un premio)
    un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  4. Ciao Debora spero che a quest'ora ti sarai ripresa, bellissimA LA TUA ROSA E TANTISSIMI COMPLIMENTI per i lavori del post precedente, un buon pomeriggio, Imma...

    RispondiElimina
  5. Cara....i periodi neri purtroppo ogni tanto ci sono.... sono sicura che presto starai meglio....e il tuo papà (come il mio)ci proteggono da lassù!!!La rosa te la manda lui...ed è splendida.... Abbraccio forte forte JERRY

    RispondiElimina
  6. Cara Debora,mi dispiace!Eccome che capita di sentirsi giu'!E' un'altalena!Sicuramente ti senti così per l'anniversario della perdita di tuo padre.Lo so per esperienza!Pensa che tra po' arriva i freddo,dai trova una piccola cosa per consolarti!Un bacione!Rosetta

    RispondiElimina
  7. Cara Debora,
    spesso accade nei cambi di stagione, che il nostro corpo si debiliti e questo è dovuto anche al nostro stato d'animo...
    Quando sentiamo avvicinarsi giorni particolari, il cuore si rattrista, la mente vola altrove con i ricordi, e il nostro stato d'animo cade a pezzi...
    Il dolore fisico non è doloroso come quello mentale che ferisce il nostro cuore...
    Immagino quanto sia dura, ritrovarsi a vivere senza l'aiuto di una persona tanto amata, ma credo negli angeli e sono sicura che accanto a te veglia un angelo speciale, il tuo papà...
    Forse mi dirai ma che angeli, ma alla fine quello che conta e dare una ragione alla morte che ci ha strappato via un affetto prezioso...
    Non penso che Dio, sia così crudele da volerci vedere soffrire, ecco perchè penso che ci mandi il nostro angelo...
    Sono sicura che non ne avrai solo uno al tuo fianco,ma sappi che lui c'è!
    Nei ricordi:
    dei suoi gesti,
    delle sue parole,
    delle sue attenzioni di tenero papà,
    nei suoi occhi che ti guardavano,
    nelle sue braccia che ti abbracciavano,
    nei suoi rimproveri...
    E quante cose tu porterai sempre nel tuo cuore, e racconterai a chi non ha avuto la fortuna di conoscerlo...
    tutte le volte che lo penserai, e parlerai di lui, lui sarà là orgoglioso di te!
    Piangere non serve più, lo renderesti triste, perchè ti vedrebbe soffrire e non ti potrebbe aiutare...
    Ma ricordarlo a lui piacerà, e ti aiuterà da lassù a non dimenticarlo
    bacioni Valeria

    RispondiElimina
  8. ti capisco e ti abbraccio forte forte
    Annamaria

    RispondiElimina
  9. So cosa provi Debora cara. Mi si stringe il cuore.
    La rosa? te l'ha mandata papà per dirti che è sempre con te e per ricordarti che
    la rosa è,sì, piena di spine, come la vita, ma ha anche un soave profumo... ecco, è questo che bisogna ricordare sempre. Vorrà pur dire qualcosa,no?
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  10. ..tra pochi giorni e' l'anniversario della morte di mio padre...si che mi capita di piangere senza motivo,diciamo,il motivo e' che qualcosa mi rende triste,facciamoci forza,baci.

    RispondiElimina
  11. Spero che questa brutta giornata passi in fretta come una nuvola che poi lascia vedere un bellissimo raggio di sole! Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Per il malessere fisico spero che domani tu stia meravigliosamente meglio!!! :))
    Per il resto come ti capisco ..il 16 novembre sono 2 anni che babbo non ce più...mi sento persa e le lacrime si sono trasformate in una voragine di dolore infondo allo stomaco...so di non esserti di aiuto con queste parole...ma ti capisco tanto!!! e ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  13. Ciao Debora rimettiti presto in forma!Hai un Angelo in cielo che ti protegge un bacione!

    RispondiElimina
  14. Mi spiace per questi tuoi malesseri,spero che tu ti rimetta presto!
    un abbraccio
    giovanna

    RispondiElimina
  15. Tutto passa...per fortuna!
    Un abbraccio colmo di comprensione
    Daniela

    RispondiElimina
  16. Oh! dolce Debora...mi spiace tanto, forza, vedrai che passerà! Un abbraccio con affetto,
    Claudia

    RispondiElimina
  17. Purtroppo capita...e si sommano tante negatività, sembra non finiscano mai, sfogarsi fa bene fa sentire un po più "leggeri", comunque...passano, i brutti momenti per fortuna passano!
    Un abbraccio
    Mila

    RispondiElimina
  18. Ti capisco eccome cara Debora. Sapessi che giornatine capitano anche a me! Quella rosa......io non credo sia arrivata PER CASO e proprio in questi giorni. Ti ricordi che se ne è parlato io e te qualche tempo fa? Abbi cura di te cara amica, niente è più importante della salute! Un abbraccio. Paola

    RispondiElimina
  19. Cara Debora,oggi vado per uno,ma voglio rispondere a questo tuo post!!
    Una settimana fa sono scoppiata in lacrime anche io,per altre questioni,anche perchè dopo un pò penso che il corpo chieda aiuto,e così sfoghiamo tutto il nostra stato d'animo e fortunate chi riescono a farlo!!
    Mi dispiace che non sei riuscita a scampare questa prima influenza che gira,so che butta molto giù,ma la bellissima rosa che hai trovato questa mattina,sono super certa che te l'ha mandata il tuo caro papà......
    Ti vuole dire di farti forza e di stare tranquilla perchè lui è vicino a te,ne sono certa!!
    Ti guarda,ti ascolta e ti parla,per cui fai un sorriso a quella rosa che lui ne sarà felice!!;)
    Un bacione cara e mi raccomando rimettiti presto!!
    Sabry!!

    RispondiElimina
  20. Purtroppo nella vita si sa ...le cose non vanno sempre per il verso giusto.... anzi forse alle volte penso che esistiamo per essere messi alla prova....per soffrire....Ma è anche vero che poi basta un sorriso un gesto o una semplice parola per far ritrovare in noi stessi la voglia di andare avanti e di pensare positivo.... Cara Deora sono certa che l'affetto dimostrato in tutti questi post ti hanno già fatta stare meglio.....quale medicina migliore dell'amicizia? Mi raccomando ....un forte abbraccio Ketti.

    RispondiElimina
  21. Ciao Debora, purtroppo capita di avere delle giornate dove tutto sembra congiurare contro di noi, ci sentiamo addosso quella voglia di piangere e non sappiamo il perchè, ci mancano di più i genitori che ci hanno lasciate...vedrai che domani sarà diverso, io alla fine ho capito che è inutile combatte contro queste giornate, bisogna viverle fino in fondo con tutto il loro carico di tristezza e malinconia e poi...ricominciare.
    Ciao, un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  22. capita a tutti penso...poi passa, ci si risolleva, sempre! :) un abbraccio grande,
    Clelia

    RispondiElimina
  23. Giornate no si presentano a tutti noi , ma forse proprio grazie a loro apprezziamo al meglio le giornate spensierate allegre ,felici.
    Tuo papá è sempre con te, vicino te, è cambiata solo la forma i comunicazione
    Giulia

    RispondiElimina
  24. Cara Debora, una rosa splendida che sboccia in ottobre nel tuo giardino...io la vedo come un segnale di positività! Guarda la vita in rosa e cogli i suoi attimi più belli per superare gli inevitabili momenti tristi.
    Un forte abbraccio
    Alessandra

    RispondiElimina
  25. Un abbraccio forte forte e un sorriso grande bastano per mandare via la malinconia???
    Lieta

    RispondiElimina
  26. Ti capisco !!!!!!! giornate si...giornate no e io ho perso tutti e due i genitori tre anni fa a distanza di 8 mesi l'uno dall'altra ..naaaaaaa ma che cavolo...... ti devo tirar su e non peggiorare le cose ...un abbraccio e voglio vedere un sorrisino !!!!!!! ce la fai?

    RispondiElimina
  27. Cara Debora,
    in alcuni periodi della nostra vita tutto ci va storto,abbiamo la sensazione di non riuscire a risollevarci,so bene come ci si sente,ma c'è sempre una ragione per andare avanti,
    dobbiamo essere forti,come la tua bellissima rosa che a tutti i costi ha voluto fiorire fuori stagione,come la rosa di S.Rita,fiorì in pieno inverno sotto la neve.
    Spero che tu possa presto stare meglio,
    bacioni,
    Letizia.

    RispondiElimina
  28. Ciao Debora...se capitano questi periodi?Certo e poi sono sempre nei momenti meno adatti, in corrispondenza proprio dell'anniversario della scomparsa del tuo caro papà.Dai coraggio, gli acciacchi come arrivano passano e tornerai di nuovo piena di energie.Guarda quante cose bellissime hai fatto per il canile di Chioggia, per quelle piccole innocenti creature che vivono di volontariato.Tu sei una persona speciale che nonostante tutto pensa sempre agli altri, non dimenticarlo mai.
    Un abbraccione da me e da Otto.

    RispondiElimina
  29. Le giornate no capitano...eccome se capitano! Ma c'è sempre un buon motivo per tirarsi su.
    Un abbraccio
    Mary

    RispondiElimina
  30. Altro che se capitano. Normalmente mi capitano un giorno si e l'altro pure. Però a dire il vero, alla fine della giornata riesco sempre a trovare qualcosa di buono. O meglio, è qualcosa di buono che riesce a trovare me e allora ridimensiono tutto. Quando mi capita lascio che le lacrime escano, forse serve proprio questo.
    Ti abbraccio
    Raffaella

    RispondiElimina
  31. UUUUUUUUHHHHH come ti capisco!!! Anche a me capita spesso di essere giù, bisogna solo aver pazienza ed aspettare che passi..
    Ti abbraccio forte!
    Laura

    P.S. anche il mio papà e mancato ad Ottobre...quest'anno sono 5 e continuo a sentirmi "orfanella"

    RispondiElimina
  32. Mia cara Debora, dopo aver letto il tuo post e tutti i commenti delle care amiche, ti posso assicurare che questi momenti arrivano nella vita di ognuno di noi. Me compresa. SI, ormoni, cambi di stagione, stress, solitudine, la perdita di una persona cara, acciacchi. Diciamo che noi donne siamo più soggette a sentire maggiormente il peso di tutto ciò. Ma é vero anche che é INNATA in noi quella straordinaria MOLLA che fa scattare l'istinto di conservazione. Per cui, per un qualsiasi motivo, anche banale, spesso, la vicinanza degli amici, una "rosa", una bella giornata di sole, il sorriso di una bimba, possono risollevarci. Dobbiamo soltanto non mollare e sforzarci di pensare positivo. La vita é una cosa meravigliosa e non dobbiamo farcela scappare! Ti sono vicina.
    Un bacione
    Elisa

    RispondiElimina
  33. spero che oggi vada meglio, un po' di sole anche se blando, una coccola a tutti i pelosi, un piccolo lavoretto in mano ..... e la malinconia si attenua! un abbraccio Carla

    RispondiElimina
  34. davvero una giornataccia,mi dispiace tantissimo!!! ora stai meglio? mi dispiace anche per il tuo papa.
    purtroppo i giorni "no" son maggiori ai giorni "SI" o forse son i più facili da ricordare!!!
    un abbraccio
    buon fine settimana e tanto rilassamento!!!

    RispondiElimina
  35. Debora come ti senti?, non dico come stai, i piccoli acciacchi fisici passano e si curano... ma il "sentirsi" male e piangere senza motivo, avere il cuore cupo e non aver voglia di nulla non può curarsi con tisane, pomate, pilloline ed altro, ma la pozione magica è dentro noi, accettare e superare e cominciare a progettare e dare .... allora si vede il sole oltre le nuvole e la malinconica luna quando cresce non ci influenza più.
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  36. Coraggio Debora cerca essere forte, non lasciarti andare e vedrai che ne verrai fuori presto. Mi dispiace per il tuo papà, so cosa vuole dire è capitato anche a me quando è mancata la mia mamma avevo solo lei, e benchè sono passati parecchi anni sento sempre la sua mancanza.

    RispondiElimina
  37. ho letto solo ora il tuo post...ti abbraccio forte forte forte Lory

    RispondiElimina

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.