sabato 14 marzo 2015

Una seconda scatola portafedi...

La seconda scatola, (la prima la potete vedere cliccando QUI) questa a differenza dell'altra è di latta ed è esternamente rivestita di una romantica carta.
Ho imbottito e ricamato anche questa internamente.
Ecco pronto anche questo cuore per custodire le fedi in un giorno importante.
Le più attente noteranno che il cordoncino attorno non è messo bene, in effetti eravamo pronti per le foto quando mi sono resa conto che non l'avevo ancora attaccato, ma vista la buona luce del sole ho preferito fare le foto lo stesso appoggiandolo per poi terminate le foto attaccarlo...io sono così spesso procedo come i gamberi ^_^.

 




 
(Anche lei è disponibile nel mio shop)

venerdì 13 marzo 2015

Una scatola portafedi...

Un post senza recuperi di mobili, senza before and after , finalmente lino, fili e ricami ^_^.
Avevo anticipato su Fb che mi era nata un idea...vi avevo mostrato una scatola di legno e del lino...eccola, al posto dei soliti cuscini portafedi ho pensato di creare qualcosa di più "particolare" per un giorno speciale.
L'ho ricamata con colori pastello, tenui e su lino Bellora...un cuore, niente rappresenta di più l'amore.
Ne seguiranno altre, di forme, colori e ricami diversi.


















(Se interessati contattatemi oppure entrate nel mio shop, a breve sarà disponibile)

Cosa ne pensate? Vi piace l'idea?

Grazie a chi mi segue, benvenute a tutte le mie nuove followers del blog e della mia pagina FB e grazie a mio figlio per le stupende foto.


venerdì 6 marzo 2015

Cuscino e vetrinetta sotto-piattaia...

Oggi comincio questo post mostrandovi, finalmente penserà qualcuna, un lavoro di ricamo e cucito: un cuscino che ho pensato di fare per abbinare alla poltrona recuperata e rivestita di juta.
Un cuscino semplice, di lino grezzo dove ho applicato un pezzo di tessuto dei vecchi sacchi con cui ho rivestito la poltrona e su cui ho ricamato a punto croce la scritta "ma maison" in rosso, lo stesso rosso delle righe della poltrona. Logicamente il cuscino è sfoderabile ma purtroppo il dietro ho dimenticato di fotografarlo è comunque semplicemente sovrapposto.





Non potevo però non farvi vedere come ho sistemato questa antica vetrinetta (era la parte sopra di una credenza).
E' stato semplicissimo: l'ho ripulita bene, ho aggiustato il perno di una porta ed ho aggiunto quattro piedi a cipolla.
Ovviamente i piedini li ho presi grezzi e per dar loro un colore simile alla vetrinetta ho usato il bitume...non vi dico per quanto tempo li ho lasciati fuori dalla finestra...un odore pazzesco, ma appena passata la puzza li ho sistemati al loro posto...ed ecco il risultato ^_^ .
Cosa ne pensate? Vi piace? Io più la guardo e più mi piace e poi con la mia piattaia sopra ci sta proprio bene.
Ora non mi resta che trovare cosa metterle sopra...sicuramente pochissime cose per come sono fatta io, aggiungerò altre due piantine aromatiche al rosmarino che ho già messo in uno di tre vasetti bianchi. 





martedì 24 febbraio 2015

Piattaia terminata...

Un post veloce per farvi vedere la piattaia terminata e appesa.
Ho messo qualche oggetto per farvela vedere, ma devo ancora studiare cosa metterci sopra, tranne i piatti...quelli sono gia al loro posto.
Essendo larga 1m e 35cm ho cercato di trovare una credenza da metterle sotto che fosse leggermente piu larga ed in uno dei soliti mercatini ho trovato un alzata di una antica credenza di noce...semplicissima...non avendo fatto le foto a tutto "lei" ve la mostrerò nel prossimo post ^_^.




da così...





...a cosi'...



Cosa ne pensate vi piace? A me moltissimo e ci sta proprio bene abbinata agli altri mobili della sala.

Vi anticipo che sto facendo un piccolo armadio, recuperato anche lui in giro per il veneto a cui ho tolto le porte, ma non vi descrivo ora come diventerà...vi faccio intanto vedere com'era e come sta diventando ^_^.




Grazie alle nuove bloggers per essersi aggiunte alle mie followers, spero quanto prima di riuscire a passare da tutte voi.



lunedì 16 febbraio 2015

Una piattaia...

Sono di nuovo qui con un altro lavoro a cui ridare vita, per il momento ancora niente stoffine, ricami e crochet. 
Questo è un "fuori programma" nel senso che mai avrei pensato di trovarlo, o meglio di trovarlo ad una cifra ragionevole.
Una vecchia, anzi a dire di chi me l'ha venduta, antica piattaia...
La differenza fra il vecchio e l'antico sta, come molte di voi sapranno che quando un mobile compie 100 anni da vecchio passa ad antico: ora io non so valutare logicamente, però ho notato che non ha chiodi ma che è tutta fatta ad incastro, tranne che per dei piccolissimi ferretti messi nei reggimensola per rinforzare la tenuta.
Era da un bel pò che pensavo che avrei voluto averne una, non che io mi fossi messa a cercarla con insistenza, mi era capitato di vederne ma di desistere visti i prezzi impensabili ma sabato in uno dei mercatini, fra una marea di gente l'ho vista, l'ho notata immediatamente anche se era girata su un fianco...stupenda, amore a priva vista e visto che poi era anche San Valentino ho deciso di portarla a casa con me (per fortuna ho deciso subito visto che una coppia sperava e pregava io non la prendessi ^_^).
Visto che il bancone per il negozio l'ho terminato (le foto le farò quando sarà al suo posto perchè in garage essendo grande mi è quasi impossibile.) sabato sera/notte ho meditato sul come farla e  domenica  nel pomeriggio mi sono messa all'opera...diciamo che sono a buon punto, manca solo il colore e poi la finitura all'acqua che passerò nella parte lasciata a legno.
Ebbene si, molti mobili che faccio li lascio con una parte a legno, perchè pur adorando il bianco niente è più bello di un mobile con il legno a vista.

Eccola, non è stupenda?!?...è decisamente grande e la parte sopra intarsiata e lavorata.

  
Ho pensato di portare a legno vivo le tre mensole e l'intarsio sopra, il resto sarà bianco.
Perciò ho cominciato a scartavetrare a mano le mensole...


Ho poi tolto la valanga di polvere ed ho messo il nastro di carta sui bordi delle mensole e sopra l'intarsio per proteggerle dall'agrappante e dal colore.


Ed infine ho passato il primer della TO DO dove poi dovrò dare il colore bianco.


Domani probabilmente darò il bianco Snow White sempre della TO DO e poi una finitura al legno che servirà nel corso del tempo come protezione e renderà più facile mantenere il legno pulito anche solo passandoci una pezza umida.

Per ora è tutto, a presto con la piattaia, magari non già appesa ma sicuramente terminata e forse con un cuscino  che ho cominciato qualche sera fa ^_^.

(PS: Devo ancora riprendere il "giro" dei blog ma conto di farlo appena possibile)

sabato 7 febbraio 2015

Una nuova avventura...

Si sto proprio partendo per una nuova avventura, non andrò molto lontano a dire il vero, anzi aprirò la porta ed entrerò nel mio garage ^_^.
Oggi sono venuti a prendere la grande libreria che vi avevo fatto vedere qualche post fa e mi hanno consegnato un bancone: stupendo in legno massiccio, è stato acquistato tramite un sito di annunci gratuiti ed ora aspetta solo di essere sistemato e di andare ad arredare il negozio assieme alla libreria, alla poltrona, al tavolino (che ho già consegnato dimenticandomi di fotografare terminato).
Non ho saputo resistere e prima appena tornata a casa sono andata subito a dare una prima scartavetrata al piano che rimarrà legno naturale con solo una patina sopra protettiva ma che farà intravedere tutte le sue meravigliose venature.
Come diceva Valeria di "un truciolo" è bellissimo ridar vita ai mobili soprattutto potendone lasciare in vista la bellezza del legno...e lei si se ne intende ^_^ (se non la conoscete cliccate sopra il nome del suo blog ed entrerete nel suo mondo).   
Venature e "difetti" sono per me pregi e niente è paragonabile al profumo del legno...
Ma mi fermo con le lodi al legno e vi mostro di cosa sto parlando...

Ecco il bancone: lungo 1m e 85, largo 70,5 e alto 90cm con due ripiani.

Questo sarà il davanti, con il sopra lasciato a legno e i lati ed il davanti bianco...forse nel davanti dipingerò il nome del negozio. 


Questo è il retro che sarà bordato di bianco e lasciato a legno internamente.


E qui di seguito ecco come si presenta il piano dopo averlo scartavetrato.


Probabilmente, anzi sicuramente lo farò sempre con i prodotti della TO DO, linea Fleur Eggshell...primer & Co. mi sono trovata davvero molto bene e li trovo davvero stupendi.

Vi terrò aggiornate man mano che i lavori proseguiranno.

Grazie di cuore a voi che mi seguite e che mi lasciate commenti...niente è più bello per una blogger di pubblicare qualcosa e poi leggere complimenti, consigli e magari anche critiche...tutto serve per crescere ^_^.




domenica 1 febbraio 2015

Ennesimo recupero...

Nei post precedenti mi sono dimenticata di parlarvi di questo piccolo mobile, girovagando sempre per robivecchi dove ho preso la poltrona ho notato anche questo mobiletto, quando "noto" poi a fatica riesco a lasciar li ed infatti l'ho portato a casa.
Ma la scorsa notte visto che come spesso succede il sonno non arrivava ho pensato di sistemarlo, non avevo idee su come farlo...e così ho messo davanti al camino un grande telo nel pavimento ed ho cominciato a scartavetrare la parte sopra: avevo notato dei quadrati concentrici ma non ero sicura fossero una lamina o fossero proprio un disegno del legno sotto vernice.
Tolta la vernice e la patina del piano il disegno è rimasto perciò ho deciso di lasciare il legno così color miele; lo stesso ho fatto per le antine rispettando il disegno del bordo e creando una cornice bianca...l'ho fatto con mano ferma ed un pennellino di quelli praticamente con due peletti ^_^ e tanta, ma tanta pazienza.
Ho dato poi il bianco alle gambette, scartavetrando anche il bordino e lasciandolo di legno come il piano sopra ed anche a tutto il resto del mobile usando la shabby chalk della Decorlandia.
Ora manca una passata di cera nel legno per proteggerlo.
Questo il risultato (senza cera protettica). Cosa ne pensate? Vi piace?





Grazie per i numerosi complimenti e commenti per la poltrona, io in questi giorni non sono riuscita a passare nei vostri blog...spero di poter recuperare presto ^_^.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.