domenica 1 febbraio 2015

Ennesimo recupero...

Nei post precedenti mi sono dimenticata di parlarvi di questo piccolo mobile, girovagando sempre per robivecchi dove ho preso la poltrona ho notato anche questo mobiletto, quando "noto" poi a fatica riesco a lasciar li ed infatti l'ho portato a casa.
Ma la scorsa notte visto che come spesso succede il sonno non arrivava ho pensato di sistemarlo, non avevo idee su come farlo...e così ho messo davanti al camino un grande telo nel pavimento ed ho cominciato a scartavetrare la parte sopra: avevo notato dei quadrati concentrici ma non ero sicura fossero una lamina o fossero proprio un disegno del legno sotto vernice.
Tolta la vernice e la patina del piano il disegno è rimasto perciò ho deciso di lasciare il legno così color miele; lo stesso ho fatto per le antine rispettando il disegno del bordo e creando una cornice bianca...l'ho fatto con mano ferma ed un pennellino di quelli praticamente con due peletti ^_^ e tanta, ma tanta pazienza.
Ho dato poi il bianco alle gambette, scartavetrando anche il bordino e lasciandolo di legno come il piano sopra ed anche a tutto il resto del mobile usando la shabby chalk della Decorlandia.
Ora manca una passata di cera nel legno per proteggerlo.
Questo il risultato (senza cera protettica). Cosa ne pensate? Vi piace?





Grazie per i numerosi complimenti e commenti per la poltrona, io in questi giorni non sono riuscita a passare nei vostri blog...spero di poter recuperare presto ^_^.

21 commenti:

  1. Non ci posso credere....già fattoooooo???? Ma dai.....M E R A V I G L I O S O Deboraaaaaaa! Ti è venuto un capolavoro, un altro dei tuoi capolavori....chapeau!!! Con infinita ammirazione, Paola.

    RispondiElimina
  2. Bravissima!Hai fatto proprio un ottimo lavoro!

    RispondiElimina
  3. Non so cosa dire, mi piace tantissimo. Bravissima.
    Sabrina

    RispondiElimina
  4. bellissimo!e ci sta benissimo!
    buona serata simona:)

    RispondiElimina
  5. Sembra un altro mobiletto....bellissimo,tanti complimenti Debora!!!!
    Buon mese di febbraio
    Letizia

    RispondiElimina
  6. Bel lavoro già così , con la cera sarà strabello !!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Davvero bello il risultato finale.An che a me piace girovagare ogni tanto per robivecchi, ma non riesco mai a trovare qualcosa di bello. Probabilmente perché non so "guardare"...bravissima. Un abbraccio.Mary

    RispondiElimina
  8. ¡¡Como me gusta!! ha quedado de lujo.
    bsos

    RispondiElimina
  9. Si mi piace moltissimo..
    hai fatto bene a lasciarlo così. Spesso questi mobili non hanno bisogno di essere pitturati completamente e il tuo lo dimostra.
    Brava!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  10. Davvero meraviglioso. Complimenti per la pazienza e il risultato. Un abbraccione e buona settimana

    RispondiElimina
  11. Stupendooooooooooooooo !!!

    RispondiElimina
  12. e' venuto che è una meraviglia, non sembra neanche il mobiletto iniziale

    RispondiElimina
  13. Debora ma quanto è bello anche questo!!!!!!! mi ripeto nel farti i complimenti, ma davvero hai una dote particolare...bravissima!!!!
    Un bacione
    Chicca

    RispondiElimina
  14. Cara Debora, ormai il restyling shabby non ha più segreti per te! Magnifico lavoro, mi piace tantissimo questo mobile.
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  15. Il tempo e la pazienza premiano sempre!!! bellissimo ... un bacione a presto!!!

    RispondiElimina
  16. Stunning work! I love your refashion! Beautiful! Thank you for sharing!
    Hope you have a wonderful day!
    Hugs and love from Portugal,
    Ana Love Craft
    www.lovecraft2012.blogspot.com

    RispondiElimina
  17. mi piace un sacco e sai che sei stata davvero brava a lasciare il piano del comodino con il disegno delle nervature del mobile
    mi piacciono sempre un sacco i lavori di questo tipo, perchè così si da spazio anche al legno che spesso ci riserva degli effetti naturale che paiono dei decori...e poi hai rispettato chi ha creato questo comodino, che a suo tempo aveva pensato di abbellirlo con quei decori
    sai il bello del recupero è anche quello di seguire il gusto di chi l'ha creato prima di noi, non sempre dare una semplice mano di colore vuol dire recuperare un mobile, spesso si finisce per nasconderne i suoi pregi
    e tu non l'hai fatto
    discorso complicato il mio, ma spero tu abbia capito
    un bacio affettuoso VAleria

    RispondiElimina
  18. Che lavoro di precisione e paziente!! Sì mi piace molto l'effetto finale, quel color miele del legno è davvero bellissimo! Brava brava! :)
    Annalisa

    RispondiElimina
  19. l'accostamento del bianco al legno mi piace sempre moltissimo: grande trsformazione! e chi ti ferma più?
    lori

    RispondiElimina
  20. Debora sei molto brava, sei riuscita a trasformare un mobiletto insignificante in un capolavoro. Molto molto bello! Ciao. Antonietta

    RispondiElimina
  21. e anche questo è diventato splendido!
    Annamaria

    RispondiElimina

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.